Come nasce un Master sull’Alto Artigianato

Gabriele Pardi, un designer, e un amico, mi ha recentemente, via mail, comunicato che è’ nata, allo IED di Firenze, la seconda edizione del Master in Design, il primo ed unico Master in Design dedicato specificatamente all’Innovazione ed al Prodotto per l’Alto Artigianato, con Gumdesign (Gabriele, appunto, e Laura Fiaschi) come coordinatori e docenti. Incuriosito, ho deciso che forse era il caso di approfondire un po’ questa notizia non… milanocentrica, ed ecco che lo stesso Gabriele ci racconta, giustamente orgoglioso, che questa è “un’esperienza molto importante nel panorama italiano, che percorre alta artigianalità e innovazione tecnologica grazie ai 35 artigiani evoluti che utilizzano materiali diversi, tecnologie diverse, utensili diversi… una enorme palestra creativa che conduce a forme e concetti primordiali nelle collezioni che disegniamo per La Casa di Pietra. E’ proprio questa palestra che ha suggerito a IED Firenze l’importanza e l’attualità del tema legato all’Alto Artigianato condiviso con il tema del design contemporaneo; il direttore di IED Firenze, Alessandro Colombo, aveva già visto una mostra di La Casa di Pietra ed ha subito pensato che noi potessimo essere le persone giuste per mettere in cantiere un Master sull’alto artigianato; la Toscana poi si addice perfettamente grazie alla ricchezza di piccoli artigiani in numerosi distretti del territorio (ceramica, marmo, vetro, imbottito, cristallo, metalli, ecc). Ed ecco, allora, il link con lo IED Firenze, che chiede a Gumdesign di ideare, coordinare e gestire la didattica del Master. La prima edizione è partita l’anno scorso, subito dopo il Salone del Mobile, e non si è ancora conclusa, con un buona partecipazione anche di studenti internazionali, con approfondimenti teorici sui materiali, sulle lavorazioni e sulle tecnologia; nel frattempo si avvicina Regione Toscana che ha un progetto di valorizzazione ed internazionalizzazione del territorio toscano; diventa partner di IED Firenze e del Master ed entra con forza nel progetto individuando 5 aziende del distretto di Quarrata che si occupano di imbottiti e complementi d’arredo. Ad inizio anno partiranno i corsi di Interaction e Exhibition… le collezioni che stiamo disegnando con gli studenti saranno poi inserite in un allestimento interattivo reale, esposto in una importante fiera in America, nel maggio del 2018”.

www.ied.it/firenze/scuola-design/corsi-master/design-per-alto-artigianato/DMH2791I

www.lacasadipietra.eu

 

La Casa di Pietra è nata come evento culturale per Marmomacc nel 2014 e poi si è trasformata in un vero e proprio progetto imprenditoriale che percorre l’intera Italia e che coinvolge 35 imprese artigiane di ogni tipo (marmo, pietra, cuoio, legno, argento, acciaio, vetro, cristallo, corian), che attualmente ha definito una vera rete d’imprese ed una fabbrica veramente diffusa sul territorio, con circa 50 collezioni di prodotto e 200 oggetti a catalogo. Qui vediamo alcuni esempi della produzione di La Casa di Pietra. In copertina:  IMPRONTE; Centrotavola e piatti da portata in marmo e vetro, torniti manualmente.

 

 

FONDALI EMERSI (sopra)

Una collezione di centrotavola pronta a trasformarsi, fondali immersi ed emersi per modificare il loro stato funzionale, da vassoi ad alzate per la tavola. Le tipologie di marmo disponibili sono il Bianco Carrara, mentre il gres ha numerose tonalità di colore che vanno dagli azzurri ai rossi, dai gialli ai verdi; su richiesta possono essere inviate le mazzette colore per individuare l’oggetto preferito.

 

 

 

 

 

 

INCONTRI/ contenitori

Tre contenitori scultorei evidenziano la capacità del metallo e della sua lavorazione di adattarsi ad interpretazioni emotive, percettive e visive. I contenitori sono incamiciati con tubolati in acciaio inox, adatto al contenimento di cibi ed alla loro conservazione, ma sulla funzione prevale l’aspetto poetico e materico generato dall’abilità e sensibilità artigianale (www.gumstore.it)

 

 

SPAZIOTEMPO

La candela fa luce su uno spazio bidimensionale trasformandolo in vibrazione tridimensionale. Un prodotto unico grazie alla lavorazione dei materiali: al vetro soffiato che assume sfumature e riflessi ed al metallo lavorato su diverse soluzioni (dall’ottone satinato al corten per finire al ferro naturale acidato). Alta tecnologia e sapienza artigianale conducono il progetto su soluzioni sempre diverse rendendo i pezzi unici: taglio laser, tornio a controllo numerico e finitura manuale. (www.gumstore.it)

 

 

 

TRASCORSO

Vasi in terracotta naturale innestati ed in equilibrio in elementi in marmo Bianco Carrara. Elementi lavorati al tornio e con frese a controllo numerico, successivamente finiti con abile esperienza artigianale.

 

 

 

 

Navigate