Questa sedia non si mangia!

Qualche giorno fa sono stato in Triennale, alla presentazione del “nuovo corso” BBB, ed ecco subito l’interessantissima (e curiosa) novità, una seduta… di riso. In che senso? Vediamo. Brevettato dall’azienda tedesca Resysta, il nuovo materiale di fibra naturale, formato dal recupero della lolla del riso, combinata con una resina, costituisce l’elemento di base del nuovo progetto Oryzawood, messo a punto da BBB e Beachtribu. Si tratta di un materiale perfettamente impermeabile, inattaccabile dagli agenti atmosferici, in grado di mantenere le sue caratteristiche anche negli ambienti più aggressivi, tanto da avere già tutte le certificazioni anche per l’ambiente marino. È inoltre ignifugo e, naturalmente, riciclabile ed ecosostenibile. Facilmente colorabile, è prodotto oggi in un’ampia gamma di colori, di cui è già prevista un’ulteriore implementazione. Diversi saranno a breve i modelli della collezione BBB, interessati da una rilettura con Oryzawood tra cui la sedia 940 di Gio Ponti, Venezia disegnata da Paolo Favaretto (nell’immagine), le poltroncine e i tavoli della serie Plan disegnata da Marco Piva e la collezione sedie, tavolini e tavoli disegnata da Harri Koskinen.

Navigate