Il lino nella sedia? Si!

Si chiamano “contaminazioni materiche” e mi affascinano. Anche perché riservano delle sorprese. Questa sedia, per esempio. Philippe Nigro firma per SAINTLUC la  sedia Field, che trasforma un materiale morbido (il lino) in un prodotto rigido. Le scanalature che percorrono schienale e seduta evocano paesaggi agricoli e terreni arati, pronti ad accogliere la semina del lino. E nessuna soluzione di continuità si frappone fra schienale e seduta, ottenuti da un’unica scocca.

“Questo progetto – spiega il designer – è reso possibile da un rivoluzionario savoir-fare che riesce a trasformare un tessuto in una forma strutturale e a valorizzare in una seduta tutte le sue potenzialità estetiche e tecniche.” Leggera e resistente al contempo, Field è disponibile con struttura in metallo, per la versione outdoor.

Navigate