Un progetto su misura

 

 

 

Ho grande stima professionale per chi s’inventa qualche nuovo concept, e fra questi spiccano esempi come gli ormai vari Casa Lago e il Design-Apart di N.Y. Quest’ultimo esempio è stato fondato qualche anno fa da Diego Paccagnella, che ne è anche il direttore creativo. Bene, proprio Diego, unitamente all’hotelier Gioele Romanelli (proprietario dell’Hotel Flora di Venezia) ha e hanno sfornato l’ultima idea, che qui condivido aiutato dalle belle foto di Valentina Sommariva, Casa Flora. Di che si tratta?

 

 

 

 

Di una grande casa, a Venezia. Uno spazio aperto, dove abitare, lavorare, creare relazioni, pensato per vivere la città più bella del mondo e sentirsi veneziani. Un appartamento dal design integralmente su misura e tutto italiano (Più di 20 le aziende coinvolte, anche con pezzi unici) che accoglie i viaggiatori con i comfort di un boutique hotel, ma al contempo con l’indipendenza della propria casa.

 

 

 

 

Ma a Casa Flora si punta anche alla cura e al benessere della persona: per questo ogni camera ha il suo angolo dedicato alla lettura e la sua area SPA con hammam, all’interno di ampie sale da bagno pensate come piccoli giardini privati e serre di relax, quasi fossero un’estensione naturale del giardino dell’Hotel Flora su cui si affaccia la casa. Molti sono gli elementi tipici veneziani rivisitati per Casa Flora dall’architetto Matteo Ghidoni di Salottobuono e dall’Interior designer Laura Sari per Reveria, dalla graniglia con cui sono realizzati i lavandini reinterpretati in chiave attuale, alla pietra verde con cui è realizzato il top della cucina TM Italia, che riprende i vecchi interni delle case lagunari.

 

 

E ancora, i tessuti Rubelli, gli accessori realizzati artigianalmente in vetro di Murano da Salviati, e il tavolo da pranzo e le porte in radica trattata di Xilia. Fra le altre aziende presenti, da evidenziare Cea per le rubinetterie, Elica per le cappe cucina, Antrax per i radiatori d’arredo, Arbi con lavabi e specchiere.

Navigate