Specchio delle mie brame

Cactus, tappeti-prato, il mitico divano a forma di labbra… ma chi non conosce questi iconici prodotti di Gufram? Mancava, nella produzione dello storico marchio, uno specchio, ed eccolo qua, il Broken Mirror. E’ firmato dal duo newyorkese Snarkitecture, e verrà presentato ufficialmente in occasione della Milano Design Week.  La ricerca dei fondatori dello studio, Daniel Arsham e Alex Mustonen, indaga i confini tra arte e architettura con la stessa curiosità dei primi radical designer italiani degli anni ’60 e ’70. È proprio da questa affinità che nasce Broken Mirror, uno specchio in edizione limitata di 77 pezzi che non abbandona la sua funzione, ma la arricchisce e la trasforma, diventando un oggetto d’arte e travalicando i confini della corrispondenza diretta forma-funzione. La superficie riflettente, infatti, è circondata da una cornice in morbido poliuretano – diretto richiamo al materiale Gufram per eccellenza – che prende le forme di una breccia nel muro, una crepa che riflette lo spazio che lo circonda, ma allo stesso tempo crea un effetto ottico estraniante come se la stanza si aprisse sul mondo esterno o su un altro ambiente.

 

Navigate