Ki, se non Scavolini?

Dall’esperienza e dall’eccellenza italiana di Scavolini e dall’interpretazione del design inteso come sorpresa, sperimentazione e cura dei dettagli tipici di Nendo – lo studio giapponese guidato da Oki Sato – nasce la collezione Ki. Il concept ruota attorno all’idea di “far scomparire” l’ambiente in due oggetti per creare spazio e offrire un’assoluta libertà progettuale: un contenitore, un oggetto unico dalla connotazione decisa, sintesi di un codice espressivo che può essere ripetuto all’infinito e una mensola in legno dalla pura essenzialità (Ki, in giapponese significa appunto contenitore e legno). Si immaginano così nuovi modi di vivere lo spazio con un progetto dove i due elementi, il contenitore, e le mensole dai volumi lineari, creano un vero e proprio sistema contenitivo che diventa protagonista di composizioni da declinare nella cucina e anche nel bagno, con Scavolini Bathrooms.

Dall’esperienza e dall’eccellenza italiana di Scavolini e dall’interpretazione del design inteso come sorpresa, sperimentazione e cura dei dettagli tipici di Nendo – lo studio giapponese guidato da Oki Sato – nasce la collezione Ki. Il concept ruota attorno all’idea di “far scomparire” l’ambiente in due oggetti per creare spazio e offrire un’assoluta libertà progettuale: un contenitore, un oggetto unico dalla connotazione decisa, sintesi di un codice espressivo che può essere ripetuto all’infinito e una mensola in legno dalla pura essenzialità (Ki, in giapponese significa appunto contenitore e legno). Si immaginano così nuovi modi di vivere lo spazio con un progetto dove i due elementi, il contenitore, e le mensole dai volumi lineari, creano un vero e proprio sistema contenitivo che diventa protagonista di composizioni da declinare nella cucina e anche nel bagno, con Scavolini Bathrooms

Navigate